top of page
  • LIFE CITYADAP3

Lorquí restaura una casa-grotta e ristruttura i suoi Cabezos grazie a un progetto LIFE city adap3

Il Comune di Lorquí lavora da anni per arrestare il degrado dell'area di Los Cabezos de Lorquí attraverso azioni che permettano la stabilizzazione della stessa e migliorino l'urbanizzazione della zona.



Così, attraverso il programma Life City Adapt3, che ha comportato un finanziamento di quasi 25.000 euro, è stata avviata un'azione pilota per ripristinare una casa-grotta e condizionare il Cabezo de la Ermita e i suoi dintorni con soluzioni basate sulla natura che permettano a quest'area di adattarsi agli effetti del cambiamento climatico. Un intervento che è stato realizzato anche grazie alla partecipazione pubblico-privata con il coinvolgimento di diverse aziende del comune che, attraverso la loro responsabilità sociale d'impresa, hanno permesso il parziale finanziamento dell'opera.


I Cabezos de Lorquí sono un elemento di differenziazione e di identificazione della città per la loro importanza storica, il loro valore sociale e paesaggistico, oltre che per la particolarità dell'esistenza di case-grotta tuttora abitate. Tuttavia, il processo di degrado geologico che hanno subito negli ultimi anni, intensificato dai cambiamenti climatici, ha portato all'abbandono di alcune di queste abitazioni o a una diminuzione della qualità della vita per coloro che ancora le abitano.



In questo modo, il progetto ha lavorato per adattare l'area urbana di Los Cabezos de Lorquí al cambiamento climatico e per rallentare il processo erosivo e degenerativo di Los Cabezos con soluzioni e metodologie innovative che possono essere replicate in altri luoghi. Allo stesso modo, sono stati realizzati il recupero di una casa-grotta e la ristrutturazione della strada Cuesta del Catecismo e del belvedere Cabezo de la Ermita e dei suoi accessi.


Per quanto riguarda il restauro della casa-grotta, sono state recuperate le tradizionali volte in mattoni come sistema strutturale economico e facilmente replicabile, sono stati applicati malta di calce e calcestruzzo per la loro minore impronta di carbonio e la maggiore sostenibilità, e la terra estratta dalla grotta è stata riutilizzata per migliorare il terreno sovrastante. Inoltre, sono stati installati dei sensori per confermare i vantaggi bioclimatici di questo tipo di costruzione e sarà la sede fisica della Mappa del Suono di Lorquí.




Nel punto panoramico Cabezo de la Ermita e nella via Cuesta del Catecismo, i muri e i blocchi di cemento sono stati sostituiti con muri di gabbioni, sono state installate geogriglie e geocelle, oltre a piantumare con specie autoctone, la carreggiata è stata sigillata con conglomerato bituminoso a caldo e sono stati installati nuovi arredi in legno, ombreggianti e luci solari. Sono stati installati anche sensori di umidità e temperatura.


0 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page